Info Utili

Alcuni informazioni utili per il viaggio in Myanmar

Qual è il periodo migliore per venire in Myanmar?

Il periodo migliore per un viaggio in Myanmar è senza dubbio da metà Novembre a Febbraio, periodo in cui il tempo è fresco la mattina e secco e soleggiato durante il giorno, con scarse precipitazioni. Le giornate sono soleggiate e con temperature piacevoli che variano tra i 19 e i 32 gradi con un’umidità media intorno al 70%.

È un periodo privo di pioggia in cui la maggior parte dei campi è coltivata e ovunque andiate troverete i campi verdi o fioriti, e la popolazione locale che lavora.

È molto consigliato portare abbigliamento caldo per la sera se visitate località come il lago Inle, Pindaya, Kalaw, Kengtung, la Roccia d’oro e altre città montane, perché l’escursione termica tra giorno e notte è molto marcata.

Stagioni in Myanmar

In Myanmar ci sono 3 stagioni. La stagione piovosa che va da metà maggio a ottobre, la stagione fresca da novembre a metà febbraio e la stagione calda, il cosiddetto periodo pre-monsonico che va da metà febbraio a metà maggio. Nelle pianure centrali, dove si trovano le città di Bagan e Mandalay, il clima è di tipo continentale con poche precipitazioni annue mentre sulle coste soprattutto nel delta di Ayeyarwaddy e la regione di Yangon le piogge variano tra i 2500 e i 4500 mm annui. Nella parte nord del Myanmar le temperature possono scendere sotto zero per la presenza della catena montuosa Himalayana con il famoso monte Kagaborazi 5881metri (il più alto del sud-est asiatico).

Viaggiare durante la stagione della pioggia?

Se state per viaggiare in Myanmar da maggio a ottobre, state prendendo un’ottima decisione! Anche se rischierete di trovare alcuni giorni di pioggia, scegliere questa stagione vi permetterà di risparmiare una notevole somma di denaro e di godere di luoghi straordinari in un’atmosfera di pace lontano dalla folla dei turisti. Le compagnie di volo internazionali e nazionali abbassano i prezzi, così come le strutture alberghiere (per richiamare i flussi turistici.)

La pioggia in Myanmar è ben diversa da quella in Europa: i Birmani non la vedono come un inconveniente e camminano con il sorriso sotto la pioggia, prendendo il respiro dal caldo soffocante del periodo estivo.

Non sono piogge incessanti, ma si alternano nel corso della giornata, più spesso nel tardo pomeriggio. A causa del cambiamento climatico, al giorno d’oggi il clima non è più stabile. È difficile che la pioggia vi segua in tutte le destinazioni del vostro viaggio, poiché le città sono ben lontane l’una dall’altra. In questi anni è capitato che alcuni viaggiatori che sono venuti durante la stagione delle piogge, abbiano trovato precipitazioni relativamente scarse.

Come arrivare in Myanmar dall’Italia


Ci sono tante compagnie aeree che arrivano in Myanmar negli aeroporti internazionali di Yangon, Mandalay, Naypyidaw, sia dai paesi orientali che occidentali, con o senza scalo. Potete acquistare i vostri voli sia dal sito internet delle compagnie aeree sotto indicate che da siti come Skyscanner o Expedia o presso le agenzie di viaggio della vostra città. I voli partono dagli aeroporti di Milano, Pisa (Qatar), Bologna (Emirates), Catania (Emirates), Roma e Venezia, e le compagnie tra cui scegliere sono:

  • Emirates Airways (www.emirates.com)
  • Qatar Airways (www.qatarairways.com)
  • Thai Airways (www.thaiairways.com)
  • Etihad Airways (www.etihad.com)
  • Singapore Airlines (www.singaporeair.com)
  • Neos (www.neosair.it)

La durata media di un volo dall’Italia è di circa 12 ore, scalo escluso. Il prezzo del volo può variare all’incirca dai 500 ai 1300 Euro, a seconda del periodo: la bassa stagione va da maggio a settembre, mentre l’alta stagione da ottobre ad aprile. In agosto, i voli per il Myanmar dall’Italia sono comunque dispendiosi perché è il mese in cui gli italiani viaggiano maggiormente, anche se è bassa stagione turistica in Myanmar.  Il prezzo varia anche in concomitanza con le feste italiane e secondo il numero di scali effettuati durante il volo.

Visto Cartaceo per il Myanmar


Ecco la lista dei documenti necessari per il visto turistico presso l’ambasciata del Myanmar di Roma

  1. Passaporto originale valido almeno 6 mesi dalla data di rientro in Italia;
  2. Due pagine libere del passaporto;
  3. Due fototessere a colori di dimensioni 35x 45 mm, recenti;
  4. La ricevuta del pagamento di 40 euro attraverso assegno circolare (in banca) o vaglia ordinario (in posta).

Intestazione: Ambasciata del Myanmar,

causale: Visto turistico

  1. Fotocopia della carta d’identità;
  2. Modulo per il visto turistico compilato in inglese da scaricare dal sito http://www.meroma-it.com/VisaSection.htm nella voce “modulo del visto turistico (pdf)”

Quando avrete preparato tutti i documenti necessari, dovrete inviarli all’ambasciata del Myanmar di Roma attraverso un corriere affidabile o personalmente.

Una volta che il visto sarà pronto, sarete chiamati dall’Ambasciata. Dopodiché, potrete prenotare il servizio di ritiro direttamente con il corriere e farvi recapitare il visto a casa.

Durata: 5 giorni lavorativi

Validità del visto: 3 mesi dalla data di rilascio

Massimo permanenza: 28 giorni (visto turistico)

Il visto online


È possibile fare il visto online al costo di 50 USD in pochi minuti attraverso il sito del governo https://evisa.moip.gov.mm/ entrando nella voce di “Tourist Visa”. Sono necessari circa 3 giorni lavorativi, esclusi i festivi, per avere la lettera di approvazione sull’email inserita nel momento della procedura online.  In caso di emergenza, potete usare la voce “Tourist Visa Express” pagando un sovrapprezzo di 6 USD vi chiederanno di inserire una fototessera, di indicare il luogo d’ingresso in Myanmar, il nome di un hotel (è sufficiente inserire solo quello di Yangon), le date del passaporto e i dati della carta di credito (Visa, Master card, American Express). È importante ricordarsi di portare con sé la lettera di approvazione, necessaria per il check-in dall’Italia e per i controlli doganali in Myanmar.

Vaccinazione obbligatorie


Nessuna obbligatoria

Fuso Orario


5 ore e mezzo avanti rispetto l’ora italiana durante i mesi in cui vige l’ora solare, mentre 4 e mezzo con l’ora legale.

Formalità doganali


È obbligatorio dichiarare in dogana, sia all’entrata che all’uscita, il possesso di contanti di qualsiasi valuta per un importo superiore ai 10.000$.

Il Voltaggio


In Myanmar il voltaggio è 220-230 V. Vi consigliamo di portare l’adattatore elettrico universale per adattare le prese diverse degli hotel. In alcune piccole città, in caso in cui saltasse la luce, il generatore sarà abilitato soltanto tra le 18 e le 22.


Gli alberghi in Myanmar


Nelle località turistiche come Yangon, Bagan, Mandalay, Inle ci sono numerosi alberghi di ottimo livello. In alcune località turistiche meno sviluppate come ad esempio la Roccia d’Oro, Loikaw, Pha An, Pindaya, Kalaw, Kyaing Tone, Mrauk U, ecc, solitamente gli alberghi dispongono soltanto di servizi di base. In alcuni paesi asiatici tra cui il Myanmar capita talvolta che i letti matrimoniali siano di numero inferiore alle richieste. È quindi possibile, in alcuni casi, avere letti separati.

Nel momento della conferma del viaggio, Birmania Viaggi vi invierà i materiali in cui descrive tutti gli informazioni dettagli che riguarda sia per la preparazione del viaggio che durante il viaggio.

CONTATTACI